Perchè non ho amato il mare senza stelle

Il mare senza stelle come capire se il libro di Erin Morgenstern fa per voi…

Cari amici lettori, oggi sono tornata con una nuova recensione librosa che mi ha portato via molto tempo. Sto parlando de “Il mare senza stelle” secondo libro dell’autrice Erin Morgenster che ha esordito per la prima volta con il best seller “Il circo della notte”. Libro pubblicato da Fazi Editore nella collezione Lainya. Oggi sono qui per raccontarvi perchè non ho amato “Il mare senza stelle”.

Trama

Il romanzo narra le vicende di Zachary Ezra Rowilngs, uno studente universitario del Vermont appassionato di letteratura e videogiochi, che un bel giorno trova, nascosto in biblioteca, uno strano libro che parla di lui. Mentre lo sfoglia resta incantato tra storie di prigionieri disperati, collezionisti di chiavi e adepti senza nome, ma legge anche qualcosa di strano: tra quelle pagine è custodite un ricordo della sua infanzia, in particolare parla di una vicenda che lui ha vissuto quando era bambino. Il libro in questione s’intitola “Dolci rimpianti” e non sembra avere ne autore ne data di pubblicazione, solo api, spade e chiavi disegnati sulla copertina. Questo è soltanto uno di una lunga serie di enigmi. Incuriosito da questa vicenda cerca di arrivare alla fonte del libro e per farlo si presenta ad una festa in maschera a New York, poi in un club segreto ed infine in una libreria sotterranea. In questo luogo trova ben più che una biblioteca; ci sono città disperse, mari sotterranei, amanti che fanno scivolare biglietti sotto alle porte. C’è chi ha sacrificato tutto per proteggere questo luogo dimenticato dal tempo e chi invece cerca di distruggerlo!

Insieme a Mirabel e Dorian il protagonista compie un viaggio in un mondo magico costernato di libri, gatti e porte, tante porte, alcune chiuse e alcune aperte, alla ricerca della verità sul libro misterioso!

Ovviamente non voglio addentrarmi oltre nella trama di questo libro perchè gradirei sapere le vostre opinione casomai decidiate di leggerlo. Intanto però posso darvi la mia di opinione.

Opinione personale

Leggendo su internet ho trovate una marea di recensioni positive su questo libro e soprattutto per questo ho deciso di acquistarlo e di leggerlo, adesso però vi dirò perchè non ho amato “Il mare senza stelle”. Ho impiegato veramente molto tempo a terminare questo romanzo, le prime 150-200 pagine sono scorse bene, nonostante siano piene di digressioni su altre storie nella storia, poi però la narrazione si è fatta pesante. La storia principale parla come vi ho detto di Zachary, ma nel libro questa narrazione è intervallata un capitolo si è uno no da altre storie, troviamo anche la storia della ragazza e del pirata, quella bambina e del Fato e così via, cosa che rende molto pesante la lettura scorrevole. Nel complesso è certamente una storia originale, ma troppo troppo carica di tutto!

I personaggi non sono adeguatamente sviluppati e certe volte sembrano alla deriva delle circostanze. Il finale poi, fa repubblica per conto suo! non solo la trama e difficile da seguire e perchè salta da una storia ad un altra, ma il finale resta aperto, quindi noi poveri scemi che abbiamo aspettato fino alla fine per sapere svelati alcuni misteri rimaniamo con un pugno di mosche!!

Influenze letterarie

Quando si legge un libro del genere non possiamo non notare delle influenze da parte di altri grandi classici della letteratura. In particolare ho potuto notare un certo richiamo a “Le cronache di Narnia” per tutto quello che riguarda il mondo misterioso nascosto dietro a porte dipinte su muri con api, spade e chiavi. Ma possiamo anche ricondurlo a “Alice nel paese delle meraviglie” giusto quando il protagonista deve superare la prova in ascensore del bicchiere con su scritto bevimi!

Un’ode ai lettori e agli amanti dei libri

Quello che si può certamente affermare è che questo romanzo sia un’esortazione alla lettura e un ode agli amanti dei libri. Un opera del genere certamente mancava e per questo verso è molto originale. Sicuramente ogni appassionate di lettura potrà rivedersi in alcuni capitoli di questo libro!

Ecco, adesso avete scoperto perchè non ho amato ” Il mare senza stelle”. Detto ciò, volete sapere se lo consiglio? Beh se cercate una lettura leggera e scorrevole no. Se cercate un libro misterioso che alla fine si conclude esaudendo i vostri desideri di sapere, nemmeno. Se invece siete curiosi di avere una vostra impressione personale allora si ve lo consiglio, almeno mi potrete dire la vostra! Lo rileggerei? no, non credo che ne valga la pena.

Prima di andarvene date un occhiata al mio ultimo post sul blog Profumi di Parole https://profumidiparole.com/index.php/2020/12/22/come-organizzare-un-perfetto-pranzo-di-natale-in-casa/ noi ci risentiamo presto con altri bei libri da recensire!!

Ti potrebbe piacere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: